Biohacking: hackerare il nostro sistema biologico e potenziarlo

0
248

Biohacking: quattro strumenti semplici, economici e quotidiani per migliorare il proprio benessere.

Cos’è il biohacking?

Nato in America da iper-tecnologi, che sfruttavano cioè la tecnologia per monitorarsi e per capire come stesse funzionando il proprio corpo, il biohacking è un modello che raccoglie una serie di metodologie. La domanda a cui risponde è: “come può il nostro corpo funzionare meglio?” . Una curiosità: qualcuno di essi è arrivato finanche a controllare il glucosio costantemente durante l’arco della giornata attraverso un sensore sotto pelle.

Qual è lo scopo di questo articolo? 

Prendere il buono di questo modello per cercare di potenziare il nostro sistema biologico. Il biohacking ha lo scopo di hackerare, attraverso i comportamenti, quello che il nostro corpo ci consente di fare durante la giornata. 

Come possiamo farlo?

Sostanzialmente abbiamo due modi per fare biohacking: il primo afferisce i nostri comportamenti, vale a dire le scelte che facciamo e come decidiamo di comportarci durante la giornata. Un altro modo è modificare l’ambiente intorno a noi (la camera da letto, l’ambiente di lavoro, la casa in cui viviamo), un esempio può essere anche la scelta di una sedia  piuttosto che un’altra per la nostra scrivania.

In questo articolo sono riportati “strumenti” semplici, alla portata di tutti, per fare tutto questo quotidianamente e tocca solo a noi scegliere di utilizzarli.

Quali sono gli strumenti di biohacking semplici; economici e quotidiani? 

  1. Il primo strumento alla base di tutto è la natura. Come può la natura hackerare il nostro sistema biologico? Quando siamo vicini ad un albero, ad esempio ci stiamo curando. Sono certa che vi chiederete, forse con un po’ di diffidenza: “com’ è possibile?”. Lo è per due motivi principalmente.  Il primo: la natura, gli alberi, le piante emettono degli oli essenziali, i fitoncidi, che sono capaci addirittura di uccidere virus e batteri. Tutto ciò è frutto di ricerche fatte in Giappone dove è molto diffusa  la cultura dell’importanza del benessere fisico e mentale, oltre che sulla forte connessione natura-uomo. Il secondo: essere a contatto con la natura significa essere a contatto con elementi essenziali per la nostra vita, ossia gli ioni. Immergersi nella natura comporta entrare in contatto con una grandissima concentrazione di ioni negativi. A cosa servono? A scaricare la carica elettrica positiva ed al nostro riequilibrio. 
  2. Altro strumento, che forse susciterà la vostra curiosità è il gioco. Da bambini come si è sviluppato il nostro cervello? Semplicemente giocando! Giocare ha un potere immenso, perché è importante giocare? Perché quando giochiamo è l’unico momento in cui riusciamo realmente ad essere in uno stato di focus e creare un controllo della corteccia prefrontale sulla parte ancestrale del cervello. Come spegnere un momento di frenesia durante la nostra giornata? Entrando in una condizione di focus giocando, che sia memory, scacchi, la partita a calcetto, le parole crociate o rotolarsi a terra con i propri figli non importa.
  3. Altra strategia a costo zero e sempre disponibile, è la respirazione. La respirazione è l’unico ponte di accesso con il sistema nervoso, ed è l’unico strumento ambivalente. Cioè se viviamo uno stato di agitazione il respiro si modifica, ma è anche vero il contrario vale a dire che se modifichiamo il respiro è possibile intervenire su ciò che viviamo emotivamente. Anche tutto questo è scientificamente dimostrato.
  4. Infine, non è possibile non menzionare l’esposizione al freddo. L’utilizzo di tecniche che espongono il corpo a basse temperature può rappresentare uno stimolo potente per il nostro sistema nervoso autonomo e di conseguenza per la nostra salute ed il nostro benessere. Un esempio di esposizione a basse temperature? Al mattino la doccia fredda è un ottimo modo per stimolare le riserve di grasso bruno ed il nostro sistema nervoso simpatico. Inoltre il freddo fortifica perché è in grado di stimolare il sistema immunitario, perché aumenta l’energia e la vitalità, perché regola il battito cardiaco, perché combatte l’infiammazione. 

E allora?

Non ci rimane che provare ad introdurre queste semplici, economiche e sempre disponibili pratiche nella nostra routine giornaliera per trarre il meglio da una quotidianità frenetica e regalarci un momento tutto nostro.

Leggi anche:

Carceri: perché diffidare dai santoni del mattone ad ogni costo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here