sabato, Febbraio 4, 2023
spot_img

Marco De Vita lancia il tour “Sogno Pianissimo”

Marco De Vita, musicista e cantautore, lancia il progetto “Sogno Pianissimo”. Un tour in tutti che sogna di raggiungere i teatri in tutta Italia.

di Anita Amato

Chi è Marco De Vita? E’ difficile raccontare in poche righe il percorso di un cantautore che ha iniziato la sua storia musicale diversi anni fa, nei vicoli di Genova, fino ad arrivare a Napoli e poi a Roma.
Come dice nel testo di una sua canzone “Da Nord a Sud ritroverai gli stessi nomi di una via, lo stesso affetto che ritorna e poi va via…”. Cambiare città ha permesso al cantautore di essere formato da tradizioni musicali diverse che hanno delineato una personalità unica e sempre in evoluzione.

Marco De Vita, il romanticismo in musica suonato al pianoforte

Da De Andrè a Carosone, Marco De Vita ha raggiunto una tappa importante della sua maturità artistica nel 2016 quando ha prodotto, a Napoli, il suo primo disco dal titolo “Parliamone”. Arrangiato dal musicista Fabrizio Fedele, con brani vivaci e altri più intensi e profondi, i brani sono incentrati su temi emozionali quali la passione, la speranza e i sogni.

Nelle sue parole si leggono storie di amori non corrisposti o più felici, nostalgie e tristezze ma anche gioie e speranze in cui ognuno riesce ad identificarsi.
Pur conservando un netto romanticismo, Marco De Vita continua la sua produzione musicale, con testi che raccontano il difficile vivere nei tempi moderni. Una rarità in quest’ epoca in cui, bombardati da informazioni asfittiche e vuote, giudizi inutili e distruttivi, è difficile trovare contenuti e spazi collaborativi di sincerità.

La collaborazione con Hellmann e l’ispirazione di D’Addona: ecco come nascono i brani più ispirati

Il brano “Cani e gatti sociali” scritto durante il lockdown, è un accento sul mondo dei social, per il quale avremmo tutti bisogno di un setaccio a maglie strette per filtrare parole sterili e inopportune. Il sound del brano, incentrato sullo swing, crea atmosfere leggere e vivaci che lasciano gli ascoltatori liberi di scegliere l’intenzione che vogliono dare al brano.

La sua permanenza nella Capitale, ha visto la nascita della collaborazione con l’autore Alessandro Hellmann. Da questa sinergia nascono “Non aver paura” e “Il filo”, prodotti a quattro mani nei quali si apprezza lo strumento che Marco De Vita ha scelto per scrivere la sua musica. La sua eleganza nelle melodie composte al pianoforte, mescolata all’acutezza poetica dei suoi testi, gli hanno regalato l’epiteto di “poeta dell’anima” da parte della grandissima pianista Ivana D’Addona, che lo ispira da sempre.

Sogno Pianissimo, un tour nei teatri di tutta Italia

Nell’ottobre scorso, Marco De Vita ha deciso di iniziare il suo tour nei teatri, partendo da Genova. Il progetto “Sogno Pianissimo”, uno spettacolo in cui le sue canzoni vengono rappresentate non solo con la musica ma anche con la danza, la poesia e la recitazione, trasformando il palco in uno spazio libero in cui ogni artista si esprime seguendo il filo conduttore delle sue canzoni.

Dopo il successo di Genova, Marco De Vita ha portato a Roma, al Teatro Testaccio, una versione light del concerto, confermando le ballerine Monica e Melissa Grimaldi e il bassista Adriano Damonte che lo hanno seguito da Genova, aggiungendo i musicisti romani Gianluca Sorrenti, Ivan Meringolo e Raoul Riccio, creando una sinergia che si è dimostrata vincente.

Da Roma il treno è ripartito, chissà in quale stazione Marco De Vita deciderà di portare il suo “Sogno Pianissimo”. Chissà quali sorprese ci riserverà un cantautore che ci fa respirare frammenti di sogno misti ad una variegata realtà.

Abbiate cura di splendere, ognuno con i propri modi, mezzi e tempi . Perché tutto luccica, ma io vi auguro di brillare dentro. Sempre.

Leggi anche:

Nucleare: uno sguardo alla nuova fusione

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
0FollowersFollow
11FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles