domenica, Febbraio 5, 2023
spot_img

Reddito di cittadinanza: gli step che ne porteranno l’abrogazione

A partire dal  2024 il Reddito di cittadinanza verrà abrogato. È questa la decisione del Governo Meloni contenuta nella manovra economica (Legge di Bilancio, art. 1 comma 318  https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2022/12/29/22G00211/sg).

di Francesco Donzelli

Una volontà, quella del Governo, ampiamente annunciata già lo scorso novembre quando il Ministero dell’Economia Giancarlo Giorgetti aveva annunciato una: “manutenzione straordinaria del reddito di cittadinanza, che si avvia verso la sua abolizione, con un periodo transitorio nel 2023 con maggiori controlli sul fronte di chi lo percepisce e di chi riceve offerte di lavoro”.

Reddito di cittadinanza, ecco cosa cambia

Nella legge di Bilancio, all’art. 1 comma 313, si legge:

Nelle more di un’organica riforma delle misure di sostegno alla povertà e di inclusione attiva, dall’01 gennaio 2023 al 31 dicembre 2023 la misura del reddito di cittadinanza […] è riconosciuta nel limite massimo di 7 mensilità”.

Dunque, la novità più importante è rintracciabile nella durata dell’erogazione della misura che per il 2023 sarà di soli 7 mesi. Questa scelta riguarderà solo i percettori cosiddetti “occupabili”. Rimarrà invece di 18 mesi l’erogazione del Reddito di cittadinanza per quei nuclei familiari al cui interno vi sono:

  • minori
  • persone con disabilità
  • persone con età pari o superiore ai 60 anni.

Per tali nuclei familiari non cambierà nulla, almeno fino al 2024. 

Reddito di cittadinanza: qual è la categoria degli occupabili

Gli occupabili sono coloro che rientrano nella fascia d’età compresa tra i 18 e i 59 anni.  La stretta sugli occupabili non riguarda soltanto la durata dell’erogazione del Reddito di cittadinanza (ridotta a 7 mesi), ma anche specifiche condizioni che occorre rispettare se non si vuole perdere il sussidio.

Il Reddito di cittadinanza verrà erogato solo se il percettore parteciperà ad un corso di formazione o di riqualificazione professionale della durata di almeno sei mesi. In mancanza della partecipazione si decade dal sussidio. Mentre per i percettori del Reddito di cittadinanza tra i 18 e 29 anni che non hanno adempiuto all’obbligo di istruzione l’erogazione del sussidio è subordinata anche all’iscrizione e alla frequenza di percorsi di istruzione degli adulti di primo livello.

Inoltre, è prevista la decadenza dal Reddito di cittadinanza alla prima offerta di lavoro rifiutata. Il Governo ha eliminato ogni riferimento all’offerta di lavoro “congrua”.

Reddito di cittadinanza: patto per il lavoro

Definitivamente abrogato anche il patto per il lavoro e di inclusione sociale che prevedeva l’intervento dei Centri per l’impiego per l’adozione di misure di reinserimento lavorativo e sociale. 

Canone di locazione, stagionali e assunzioni

Tra le altre novità è previsto che la componente di Reddito di cittadinanza corrispondente al canone annuo di affitto viene erogata direttamente al locatore dell’immobile.  

Nel caso di stipula di contratti di lavoro stagionale o intermittente il maggior reddito da lavoro percepito non concorre alla determinazione del beneficio, se rientra nel limite massimo di 3.000 euro lordi. I redditi eccedenti tale limite andranno ancora comunicati all’INPS.

Ai datori di lavoro privati che nel 2023 assumono con contratto di lavoro a tempo indeterminato beneficiari del Reddito è riconosciuto l’esonero dal versamento del 100% dei contributi previdenziali a loro carico.

Cosa accadrà a partire dal 2024?

A partire dal 2024 gli occupabili perderanno il Rdc e – almeno per il momento – non sembra che il Governo abbia intenzione di erogare in loro favore alcun tipo di sussidio.

Discorso diverso va fatto per i non occupabili, cioè coloro che continueranno a percepire le 18 mensilità del Reddito di cittadinanza per il 2023 e che a partire dal 2024 il Governo non vuole lasciare senza sostegno economico. L’idea è quella di tutelare i soggetti non occupabili o con l’introduzione di nuove misure oppure con un ritorno al REI.

Leggi anche:

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Stay Connected

0FansLike
0FollowersFollow
11FollowersFollow
0SubscribersSubscribe
- Advertisement -spot_img

Latest Articles